Metodologie di valutazione e servizi

Abbiamo adeguate conoscenze per darti un valido e professionale supporto nella "ricerca" del valore
 
Determinare il valore economico di un’azienda non è un puro esercizio matematico, ma un’attività complessa che presuppone un’ampia serie di analisi e conoscenze: il settore di riferimento, l’andamento del mercato e dei concorrenti, lo studio dei risultati storici e l’analisi del piano pluriennale della società, l’adeguata scelta del metodo valutativo e di coerenti parametri ad esso sottostanti.
Allargando l’orizzonte a gruppi societari, la complessità aumenta in funzione della presenza di società o business unit dislocati in diversi paesi, dal numero di attività esercitate dal gruppo (multibusiness), dal livello di integrazione tra le attività e tra le società, dalla struttura finanziaria attuale e prospettica di ciascuna società e del gruppo.
 
Metodologie di valutazione
 
La dottrina ha elaborato un’ampia serie di metodi di valutazione, che va dai tradizionali metodi patrimoniale e misto patrimoniale reddituale con stima autonoma dell’avviamento, al più diffuso metodo finanziario del Discounted Cash Flow (DCF), passando per il metodo reddituale.
 
Le variabili che incidono sulla scelta del metodo sono molteplici, in funzione del tipo di società, della finalità per cui viene effettuata una valutazione, del ciclo di vita dell’azienda (start up, maturità, declino), così come per buona parte dei metodi sono state sviluppate delle varianti che meglio si adattano alla singola esigenza.
 
Il contesto verso cui si sta muovendo la professione, stimolata dai principi contabili di riferimento, dai principi di valutazione e dal diffuso utilizzo a livello internazionale, è quello di una sempre più frequente applicazione del Discounted Cash Flow. Secondo tale metodo il valore economico di un’azienda è pari al valore dei flussi monetari complessivi disponibili, attualizzati applicando un tasso pari al costo medio ponderato del capitale, che riflette il grado di rischio dell’investimento. È quindi nella capacità di generare flussi di cassa che si riconosce il valore di un’azienda.
 
Oltre ai cosiddetti metodi assoluti, fra cui primeggiano il DCF e il metodo Reddituale, si sono ampiamente diffusi i metodi relativi basati sui moltiplicatori (ad esempio, sui multipli di borsa) . Tali strumenti, applicati massivamente dalle banche d’affari e dai fondi di private equity o di venture capital, hanno il pregio di essere di più immediata applicazione ma anche il limite di essere meno attendibili al singolo caso di specie, soprattutto se applicati ad imprese non quotate. Tuttavia la loro diffusione ha fatto si che essi vengano solitamente utilizzati  quale strumento di controllo del valore determinato con uno o più metodi assoluti.
 
 
Scarica la presentazione dei metodi
 
valutazioni_di_aziende.jpg

    
Ecco i nostri servizi a tua disposizione!
 
In funzione delle finalità vengono delineati e applicati i metodi valutativi ritenuti applicabili dalla best practice nazionale e internazionale.

Servizi di valutazione
 
  • Valutazione di aziende e gruppi, sia in sede di acquisizione che di cessione
  • Valutazione di aziende in crisi e nell'ambito di procedure concorsuali
  • Valutazioni per impairment test e ai fini di bilancio
  • Perizie per operazioni straordinarie (valutazioni legali: trasformazioni, fusioni e scissioni, aumenti di capitale, conferimenti, recesso)
  • Pareri valutativi in contenziosi legali

Ottieni RISULTATI
Contattaci ora al numero +39 045 8069236  oppure invia la tua richiesta a info@revidere.it