Due diligence

Il nostro obiettivo è ridurre il rischio intrinseco di un'operazione di aggregazione e di aumentarne al contempo le probabilità di successo

Nell’arco della vita di un’impresa accade, più o meno di frequente, che si prospetti la possibilità di acquisire un’azienda, un suo ramo, una partecipazione in altra società, oppure l’ipotesi di procedere ad un’aggregazione, ad esempio attraverso una fusione.
 
In tale ambito capita che l’acquirente / aggregatore, spinto dal sano spirito imprenditoriale, punti giustamente l’attenzione sugli aspetti strategici, industriali, di mercato, di prodotto dell’azienda target al fine di capire se l’operazione di aggregazione (M&A – Merger & Acquisition) possa complessivamente incrementare il business, dando tuttavia un minor peso alla bontà dei dati di bilancio e delle informazioni finanziarie del target.
Chiaro, se tutto funziona per il meglio tutti sono felici! Chi ha ceduto si godrà la somma incassata, chi ha comprato incrementerà il valore della propria impresa.
 
Ma rifletti: sei sicuro che funzioni sempre così? L’esperienza e la realtà dei fatti portano a dare un’unica risposta: no, non funziona sempre così.

 
La questione centrale: il gap informativo
 
Esiste fisiologicamente un gap informativo tra le parti della contrattazione, per cui l’acquirente si ritrova ad essere in una posizione di debolezza rispetto al venditore in quanto non conosce, e non può essere altrimenti, ogni sfaccettatura della realtà che intende aggregare.
È altrettanto vero che assumersi dei rischi è insito nell’attività imprenditoriale, ma attenzione, a quale costo? In altri termini, quale prezzo si è disposti a pagare per aggregare un’azienda di cui non si conoscono, al momento della firma del contratto, problematiche e passività non evidenti dai dati economico-finanziari e dalle informazioni ricevute?
 
Un utile strumento per mitigare il rischio è certamente quello di prevedere clausole contrattuali che disciplinino le conseguenze di eventuali difformità riscontrate post vendita. La complessità che scaturisce da eventuali azioni legali per far valere le ragioni dell’una e dell’altra parte presenta però un costo, sia esso costituito dai lunghi tempi della giustizia ovvero dallo sconto concesso in caso di soluzione stragiudiziale della vicenda.

Non basta!

scopri_di_pi.png

Financial Due diligence

La finalità di una financial due diligence è quella di ridurre le asimmetrie informative tra la parti, fornendo al potenziale acquirente:   una maggior conoscenza dell’attività e della ...
Leggi tutto

Fasi di una Due diligence

Le fasi in cui si sviluppa l’attività di financial due diligence   Definito lo scopo di una due diligence nell’identificazione dei punti di forza e di debolezza del target, unitamente alla ...
Leggi tutto