Incontro di formazione "Principi Italiani di Valutazione: uno strumento all’avanguardia per economisti e giuristi"

Principi Italiani di Valutazione:
uno strumento all’avanguardia per economisti e giuristi
 
slide_convegno_20_04_16.png
Sala conferenze Vecomp Academy
Via A. Dominutti 2 Verona

 
Giovedì 16 febbraio 2017 ore 13.30

La partecipazione è libera previa iscrizione (vai in fondo alla pagina)

L’evento è stato accreditato dall’Ordine degli Avvocati di Verona con n. 2 crediti formativi

Il contesto
È in corso nel mondo professionale un processo di riordino e progressivo posizionamento verso una sempre più accentuata specializzazione al fine di fornire ai clienti servizi a più elevato valore aggiunto. In questo contesto il mondo delle valutazioni d’azienda ha vissuto nel 2015 uno “scossone” a seguito della prima emanazione dei Principi Italiani di Valutazione (PIV) ad opera dalla Fondazione OIV, Organismo Italiano di Valutazione. L’obiettivo della Fondazione OIV è quello di elevare la qualità delle valutazioni per mezzo proprio dei PIV, al fine di tutelare maggiormente sia i committenti che gli utilizzatori finali delle stime.

Il mercato chiede (e merita) una maggior professionalità
L’elevato standing richiesto dai Principi Italiani di Valutazione è tale da generare potenzialmente una divisione tra i professionisti delle valutazioni: chi sarà in grado di predisporre giudizi di stima PIV compliant e tutti gli altri.

Cosa cambia con i Principi Italiani di Valutazione
I PIV rappresentano una importante novità per il mercato nazionale, non solo perché tracciano una linea guida di riferimento per gli operatori, ma anche perché, ad esempio, chiariscono uno dei punti centrali del processo valutativo: l’individuazione della corretta configurazione di valore in funzione del contesto e della finalità della stima. L’utilizzo di una configurazione in luogo di un’altra può dar origine a risultanti anche significativamente diversi, pur utilizzando per la medesima azienda lo stesso criterio di valutazione.

Quale utilità per i legali
Le configurazioni di valore non rappresentano l’unica novità significativa introdotta dai PIV, basti pensare alla trattazione delle valutazioni disciplinate dal codice civile in sede di operazioni straordinarie (definite dai PIV “valutazioni legali”), ovvero al previsto obbligo dell’esperto di esprimersi sulla ragionevolezza del piano industriale preso a base per la stima del valore.
Questi esempi sono volti a evidenziare quanto i PIV chiedano una maggior competenza e possano cambiare il mercato di riferimento. Sebbene i principi non siano a oggi obbligatori per legge (com’è stato un tempo anche per i principi contabili), lo scenario prospettato dalla Fondazione OIV per i prossimi anni è di una loro ampia diffusione. L’essere pronti rappresenta pertanto un’opportunità sia per gli esperti valutatori sia, a nostro avviso, per gli avvocati.
 
La capacità, infatti, di poter prestare un miglior servizio ai clienti potrebbe concretizzarsi nel corso di alcuni incarichi, quali ad esempio:
  • l’assistenza all’acquisizione (o cessione) di un’azienda o di una partecipazione;
  • l’assistenza legale ai soci di minoranza in sede di operazioni straordinarie per evitare il decremento ingiustificato del valore delle azioni;
  • il controllo della veridicità di alcune voci di bilancio, quali le partecipazioni societarie o l’avviamento, ai fini di un’eventuale contenzioso;
  • la verifica, anche in sede concorsuale o pre-concorsuale, che l’importo dell’affitto di ramo d’azienda sia stato calcolato sulla base del valore e del rendimento atteso del ramo stesso;
  • l’individuazione del danno da attività di direzione e coordinamento illegittima, ovvero del danno da fusione.
Conoscere i contenuti essenziali dei PIV e poter interagire con un esperto che li sappia concretamente applicare può essere un connubio potenzialmente interessante.
 
L’invito
Saremmo quindi lieti di poterti incontrare all’evento formativo che si terrà in Via Dominutti 2 a Verona c/o Vecomp Academy il giorno 16 febbraio 2017, dalle ore 13.30, al fine di illustrare in maniera più adeguata la portata e l’impatto dei PIV nello svolgimento della professione, non solo degli economisti ma anche dei giuristi.
 
 
locandina-evento-16-02-2017.jpg
 
ISCRIZIONE